1940

L’azienda, a causa del bombardamento navale ed aereo, subisce la distruzione delle serre e dei terreni stessi con grosse cavità di circa 20 mt di diametro. Si procede poi alla bonifica dei danni subiti.